03/02/2016: il LES Percoto in visita alla I.CO.P. di Basiliano

Novità sul fronte “Business Legality Simulation“, il progetto di alternanza scuola lavoro che sta coinvolgendo 60 ragazzi delle classi terze del Liceo Economico Sociale C. Percoto di Udine nell’a.s. 2015-2016, sotto la direzione della prof.ssa Gianna Zoratto. Il percorso, ancora una volta frutto del gemellaggio tra Animaimpresa e il liceo udinese, si concluderà con la sessione finale del game, nella veste riadattata per l’occasione. Sono sul punto di essere completati i lavori che consentiranno di creare la versione inedita della simulazione virtuale – unico Business Game su Sostenibilità d’impresa e CSR – grazie al contributo degli studenti che stanno riscrivendo le schede di gioco arricchendole di nuovi contenuti.

Come ogni Business Game che si rispetti, saranno introdotti nel software i parametri “reali” di un’azienda. Considerato il taglio improntato alla legalità e alla sua sfera semantica – lotta alla corruzione, trasparenza, etica d’impresa, salute e sicurezza sul lavoro – si è pensato ad una azienda del territorio che, per settore di appartenenza, è particolarmente sensibile a questi temi e rappresenta un modello virtuoso da testimoniare ai più giovani: la I.CO.P. di Basiliano, azienda di costruzioni ad alto contenuto di innovazione e specializzazione.

Certo, il caso I.CO.P. è stato presentato anche in aula, durante una delle lezioni previste dal progetto che si sono svolte durante l’anno. Ma cosa c’è di meglio di una visita in situ per ascoltare, dalla viva voce dei responsabili d’azienda, l’approccio aziendale alla legalità e alla Sostenibilità?

La I.CO.P. ha aperto i cancelli della sede di Basiliano nella mattina di mercoledì 3 febbraio 2016 ospitando la “variopinta carovana” di liceali. Accolti dal titolare Piero Petrucco, i ragazzi hanno potuto apprendere la storia dell’azienda, i processi di innovazione tecnologica che si sono succeduti nei decenni, l’apertura ai mercati esteri, l’impegno sociale e a favore delle comunità… Simpatici aneddoti di vita vissuta hanno arricchito la testimonianza di Petrucco, quanto mai autentica e sentita. E’ intervenuta, poi, Agnese Banelli, impiegata amministrativa neo assunta in azienda. Una “quasi coetanea”, ha potuto trasmettere le impressioni di neo laureata che si è dovuta scontrare con le difficoltà di ingresso nel mondo del lavoro. Ma anche inviare un gradito messaggio di ottimismo. Il fiore all’occhiello dell’impegno responsabile di I.CO.P. è, nelle parole dello stesso Petrucco, il programma di welfare aziendale interno che trova massimo coronamento nel Centro estivo aziendale per i figli dei dipendenti. Lucia Beltrame, responsabile aziendale d’ambito, ha preso la parola per illustrare, con dovizia e simpatia, le attività previste dal piano. Concetti quali conciliazione tempi lavoro- famiglia, telelavoro, flessibilità oraria hanno fatto capolino nel suo intervento. Il welfare aziendale di I.CO.P. nasce per diffondersi ad altre realtà. Un contagio “positivo”, insomma, che l’azienda sta cercando di promuovere aprendo, ad esempio, il proprio Centro estivo alle famiglie interessate pur se esterne all’azienda. Sotto una timida pioggia invernale, i liceali sono stati accompagnati a visitare il Centro dove li ha attesi un ricco buffet offerto dall’azienda, preparato dalle sue cuoche.

Per concludere le tappe del percorso di alternanza scuola-lavoro, attende i ragazzi ancora qualche lezione in aula, certamente più prosaica e ordinaria. A breve, inoltre, conosceremo la data in cui si terrà la sessione di gioco che suggellerà il progetto “Business Legality Simulation”, di cui la visita in I.CO.P. è stata un tassello prezioso e apprezzato. Proprio da tutti.

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , , , , ,

No comments yet.

Leave a Reply