Acqua e rifiuti: i nuovi report tematici del Gruppo Hera

Il Gruppo Hera presenta i nuovi report tematici su acqua e rifiuti a consuntivo di un’attività improntata alla promozione di buone pratiche di riduzione degli impatti ambientali e dei paradigmi dell’economia circolare.
“Dell’acqua di rubinetto ci si può fidare: è buona, sicura e controllata in maniera scrupolosa (in media, il 99,9% delle analisi annuali è conforme ai parametri di legge). E fa anche bene all’ambiente, perché evita la CO2 del ciclo di produzione dell’acqua in bottiglia”. E’ quanto riporta Hera nel suo report “In Buone Acque“. in_buone_acque“È ecologica, perché limita la circolazione di plastica, è economica – evitando l’acquisto dell’acqua in bottiglia si può risparmiare fino a 300 euro all’anno. Con nemmeno 2 euro, invece, si hanno a disposizione mille litri di acqua di rete – è sicura, comoda e buona”. Tanti buoni motivi per bere l’acqua di rubinetto, dunque.
“Report interessante e ben fatto, centra l’obiettivo che è quello di promuovere il consumo di acqua di rubinetto”: è quanto sostiene Antonio Massarutto, Docente di Economia Pubblica presso il Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’Università di Udine. Il report, infatti, è stato sottoposto a vari stakeholder, per accogliere opinioni e suggerimenti.

Sulle Tracce dei Rifiuti” si concentra invece sul tema “rifiuti” evidenziando i risultati conseguiti in termini di recupero effettivo di quanto proveniente dalla raccolta differenziata. Il 94,3% dei materiali differenziati viene effettivamente reimmesso nel ciclo produttivo, contribuendo a consolidare un sistema economico di tipo circolare.

L’economia si fa più “green”, è vero, ma i benefici non sono solo ambientali. A queste buone pratiche si affiancano anche vantaggi di ordine economico. Strategia win-win, direbbero gli inglesi. Il che significa ambiente più pulito e risparmio per i cittadini.

Print Friendly, PDF & Email

Tags: , , , ,

No comments yet.

Leave a Reply