CDA di Cattelan vincitrice al “Good Energy Award 2014”

È con grande soddisfazione che annunciamo il primo premio ottenuto da Cda di Cattelan Srl, nella categoria “Terziario” al “Good Energy Award 2014“, award ideato da Bernoni Grant Thornton. Il riconoscimento testimonia e certifica l’impegno che la Cda ha dimostrato nell’implementare i principi della sostenibilità nella sua attività d’impresa ottenendo importanti risultati in termini di valore condiviso e competitività.

L’azienda del nostro Presidente ha ottenuto la palma d’oro nella sua categoria condividendo il palco con gli altri vincitori: Enel Green Power S.p.A. (Roma) per la categoria “Industria”, Famiglia Aperta Onlus (Medesano – Parma) per la categoria “Pubblica Amministrazione e Non Profit”, e PEDON Group S.r.l. (Marostica – Vicenza) per la categoria “Agroalimentare”.

Di seguito il comunicato stampa ufficiale del riconoscimento a CDA!

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

gea_logo_2013_web

LA FRIULANA CDA VINCE L’EDIZIONE 2014

Unica friulana tra i finalisti, l’azienda di Talmassons ha vinto per la categoria Terziario il Good Energy Award promosso da Bernoni Grant Thorntorn, Premio giunto alla quinta edizione e dedicato alle imprese virtuose nei settori dell’energia da fonti rinnovabili. Tra i vincitori Enel Green Power, Famiglia Aperta Onlus, Eco4Cloud e Pedon Group.

Talmassons (UDINE), 6 giugno 2014 – CDA di Cattelan S.r.l. (Talmassons – Udine) per la categoria “Terziario”, ENEL Green Power S.p.A. (Roma) per la categoria ”Industria”, Famiglia Aperta Onlus (Medesano – Parma) per la categoria ”Pubblica Amministrazione e Non Profi”, ECO4CLOUD S.r.l. (Cosenza) per la categoria Giovani speranze e Start Up e PEDON Group S.r.l. (Marostica – Vicenza) per la categoria ”Agroalimentare”,sono i vincitori della quinta edizione del“Good Energy Award 2014”. Questo il verdetto della Giuria dell’importante riconoscimento, composta da esperti e professionisti del settore e presieduta da Maurizio Fauri, Professore di Sistemi Elettrici per l’Energia presso l’Università di Trento e Presidente Polo per l’Energia di Trento, che ha individuato i finalisti tra le oltre 50 aziende candidate nelle diverse categorie. Il Premio è stato ideato da Bernoni Grant Thornton, prima società in Italia a proporre un riconoscimento per valorizzare quelle Aziende che hanno avuto il coraggio di investire su un mercato nuovo e non tradizionale, in modo responsabile verso l’ambiente, l’economia e il territorio.

“È davvero un grande onore per noi ricevere questo importante riconoscimento su un progetto nato e condiviso da un appassionato e proficuo lavoro di squadra con l’associazione di promozione sociale Animaimpresa e il Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Università di Udine attraverso il suo spin-off Blucomb, che una giuria sensibile e attenta ha saputo cogliere – sottolinea Fabrizio Cattelan – ceo di CDA. “Testimonianza del fatto che le buone pratiche di sostenibilità non sono appannaggio solo delle grandi aziende, bensì necessità e opportunità per tutte le piccole e medie imprese. Ci sta a cuore risolvere in modo sostenibile la situazione che in questo caso interessa i fondi di caffè restituiti dai nostri distributori automatici, ma rappresenta anche un valore e un esempio per altre realtà come la nostra che, a livello territoriale, possono ora trasformare un rifiuto in risorsa”.

Da 40 anni leader di mercato nel Nord Est per il comparto della distribuzione automatica di generi alimentari e bevande, CDA è oggi uno dei principali punti di riferimento italiani del settore ed è costantemente impegnata in iniziative volte ad ampliare l’offerta e a garantire altissimi standard qualitativi al consumatore finale. Tra di esse spiccano: la divisione Wellness dedicata alla selezione di alimenti ad hoc, mirata ai distributori di punti sensibili quali ospedali, centri sportivi e scuole; il progetto Semaforo Verde, progetto di riduzione dei consumi della flotta aziendale e di benefit per il personale; lo strumento del Bilancio Sociale, per certificare l’impatto economico, sociale e ambientale sul territorio e nel mercato; l’impiego della telemetria per scambiare dati a distanza in tempo reale da e verso il distributore, a tutela di gestore e consumatore; il recente progetto pilota, in collaborazione con AIC – Associazione Italiana Celiachia, che garantisce la distribuzione di prodotti alimentari confezionati e, per la prima volta in Italia, bevande calde, rivolto specificamente alle persone affette da celiachia. L’azienda, con sede a Talmassons (UD), conta una sessantina di addetti, 43 automezzi, 4.200 distributori automatici e 2.500 clienti attivi nel Nordest d’Italia.

Il Premio è stato realizzato con il contributo di Bosch, Florim, Zucchetti e Universal e con il supporto scientifico del Ministero dell’Ambiente, ANDAF, Università degli Studi di Trento, Parco Tecnologico Padano, AEIT, Università degli Studi di Milano, Università degli Studi di Trento, Trentino Sviluppo, TIS Innovation Park di Bolzano, GSE, CSR, Nuvola Verde, Ordine dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili di Milano e Fiper (Federazione italiana per la produzione di energie da fonti rinnovabili).

Elena Cappellari

Print Friendly, PDF & Email

Tags: ,

No comments yet.

Leave a Reply