LMM – contro lo spreco alimentare a favore del sociale

Last Minute Market“In Italia, informa Andrea Segré, secondo i dati elaborati da Last Minute Market e da Waste Watcher – primo Osservatorio sugli sprechi, lo spreco alimentare rappresenta l’1,19% del pil (circa 18,5 miliardi riferiti al 2011) così ripartito: «soltanto» lo 0,23% si colloca nella filiera di produzione (agricoltura), trasformazione (industria alimentare), distribuzione (grande e piccola) e ristorazione (collettiva), il resto è a livello domestico: 0,96% del pil».

Il progetto Last Minute Market, promosso da Animaimpresa e sostenuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia, crescerà grazie all’inserimento di nuove attività in affiancamento a quelle relative alla prevenzione e alla riduzione dei rifiuti mediante il riutilizzo a fini sociali dei prodotti invenduti.

In collaborazione con la Direzione centrale ambiente energia e politiche per la montagna sarà posta particolare attenzione allo sviluppo sul territorio dello smercio di “prodotti sfusi”, al monitoraggio della diffusione delle “case dell’acqua” e a progetti innovativi posti in essere dalle aziende con riferimento alla riduzione dell’impatto degli “imballaggi”. 
La stessa Direzione, con DGR 1196 di data 5 luglio 2013, è stata autorizzata a partecipare, in qualità di membro, al progetto FUSIONS – Food Use for Social Innovation by Optimising Waste Prevention Strategies http://www.eu-fusions.org/ che ha visto Last Minute Market tra i primi fautori.

 

Print Friendly, PDF & Email

No comments yet.

Leave a Reply