Portogruaro: ottima partenza per il tour italiano della CSR

Il Campus universitario di Portogruaro ha ospitato, per il secondo anno consecutivo, la tappa triveneta del Salone della CSR e dell’innovazione sociale e inaugurato, sabato 4 febbraio, il tour italiano della CSR. Dopo Portogruaro sarà la volta di Torino, il 28 febbraio, Verona, Firenze, Bari, Bologna, Roma e Genova in attesa del tradizionale evento autunnale di Milano, in Università Bocconi. Tra gli organizzatori, il Gruppo Promotore del Salone di Milano, l’Associazione udinese Animaimpresa, Ca’ Foscari Challenge School e Fondazione Portogruaro Campus.
Il concept del Salone della CSR e dell’innovazione sociale di quest’anno è “L’arte della sostenibilità, la bellezza del fare bene e il piacere di condividere passioni, valori, risultati: la sostenibilità come visione per il futuro. Per costruire nuove prospettive in sistemi interconnessi dove i tempi sono accelerati e solo il cambiamento è immutabile”. Si è voluto, inoltre, creare un collegamento con Agenda 2030 e con i 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile, programma d’azione “per le persone e il pianeta”, sottoscritto nel 2015 dai Paesi ONU.
L’incontro è stato introdotto dai saluti di Massimo Forliti, consigliere delegato del Campus, Rossella Sobrero, Membro del Gruppo promotore de Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale, che ha moderato il convegno, e Diego Zonta, Vicepresidente di Animaimpresa. Ha fatto seguito un panel ricco di contenuti, nell’inedita formula “dieci al cubo”: dieci relatori per dieci minuti con dieci slide ciascuno.
Abbiamo appreso, direttamente dalle parole dell’ad Alessandro Marchionne, l’impegno sul fronte della sostenibilità ambientale, della sicurezza e del sociale di Genagricola Gruppo Generali, la più grande società agroalimentare del Paese. Un’attenzione alla CSR ben coltivata dall’azienda del leone alato di S.Marco. Presente in sala anche il Presidente Giancarlo Fancel.
Tania Giovannini della start-up innovativa trentina Community Building Solutions, con il referente territoriale per il Friuli Venezia Giulia Giuseppe Carletti, Presidente di Ubik Art, hanno illustrato il progetto Abito: un’iniziativa di sharing come motore di aggregazione sociale che può essere scalato su diverse realtà aggregative, a partire da un singolo condominio.
Alberto Gallina, Head of Product Compliance & Environmental Sustainability di Benetton, ha declinato alcune iniziative del gruppo con particolare riferimento alla sostenibilità ambientale. Un esempio? L’adesione a Detox di Greenpeace, programma che sancisce uno sforzo comune per la completa eliminazione di sostanze chimiche pericolose nel settore tessile. Ha colpito certamente la visione di una CSR integrata nella strategia aziendale, che si fa tutt’uno con il business.
Ma c’è stato spazio anche per imprenditori dalla visione “umanistica” come Fabio Pettarin, imprenditore per professione – Presidente dell’azienda udinese Tecnest – e direttore d’orchestra per vocazione. La centralità dell’uomo, la capacità di saper ascoltare, di concedere e concedersi momenti di silenzio. Un profilo di imprenditore certamente inusuale, che ha emozionato per l’approccio spirituale e intenso al proprio ruolo. Allo stesso modo, Giancarlo Broggian, Presidente di Gruppo Servizi CGN, ha trasmesso la passione con la quale la sua azienda sollecita l’energia creativa dei suoi dipendenti e investe in cultura, formazione multisciplinare. Baricentro, la persona. E’ partendo da una citazione shakespeariana – “Quando il mare era calmo tutte le navi mostravano uguale maestria nel naviagare” – che Andrea Bravin, Amministratore delegato COMINshop, illustra il cambio di paradigma che ha visto trasformare la sua azienda da vascello guidato da un “comandante solitario” a organismo vivente fondato sulla condivisione di valori e visioni. Coerente con questo approccio anche l’intervento di Adele Martini, Responsabile Comunicazione Gruppo Fedon: The Mind Gym è una palestra formativa e creativa intra moenia, “un luogo dove imparare, discutere e infine sognare”.
Marco Marchetti, Responsabile Marketing Sociale di Aspiag Service Despar Nordest, ha declinato l’impegno sul territorio di un grande gruppo della GDO: dai recuperi di alimentari a favore del sociale, ai progetti scolastici, alle iniziative culturali. Un’azienda che stringe un legame con il territorio, che si radica nella comunità. Ancora, Lucia Carlini, Responsabile CSR AcegasApsAmga – Gruppo Hera, ha ben fatto comprendere come la CSR sia integrata nella strategia della capofila emiliana e della partecipata friulana. Stefano Pellizzon, Assessore all’Ambiente e Urbanistica del Comune di San Stino di Livenza ha esposto il progetto dell’Associazione Forestale di Pianura, dotata di certifcazione FSC, per una valorizzazione della risorsa boschiva in un’ottica di gestione sostenibile ed ecoturistica.
Dopo una riflessione di Romina Noris sulla ricchezza di capitale intangibile nelle nostre PMI è intervenuto il prof. Giuseppe Fiorentini, dell’Università Bocconi, sul tema “L’impresa sociale e la valutazione dell’impatto sociale”. Ha introdotto il concetto di Ritorno Sociale sull’Investimento, un indicatore di misurazione dell’impatto sociale. Ricordiamo, infatti, che la tappa del Salone della CSR e innovazione sociale di Portogruaro è avvenuta in concomitanza con il Master dell’Innovazione Sociale Strategica dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.
Presente anche una rappresentanza di studenti del Liceo Economico Sociale Percoto di Udine che, assieme all’Associazione Animaimpresa e a School Raising, stanno svolgendo un progetto di Alternanza Scuola Lavoro incentrato sull’innovazione sociale. Una studentessa del Liceo, Marion Angeli, ha ben trasmesso l’esperienza fin qui compiuta dal palco del Salone. E, soprattutto, contagiato il pubblico con il suo giovane entusiasmo.
Condivisione, cambiamento, competenze: queste le tre C con cui Chiara Mio (professore ordinario Università Ca’ Foscari Venezia, Direttore Master MUMISS) ha voluto chiudere l’incontro e sintetizzare la ricchezza di contenuti emersi.
Un’altra novità presentata a Portogruaro è il Giro d’Italia della CSR, un videoviaggio alla scoperta di imprese sostenibili, progetti innovativi, partnership di valore. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Terzocanale Show/Reteconomy Sky 512. Durante ogni tappa saranno intervistati imprenditori, manager, docenti, studenti con l’obiettivo di realizzare uno speciale di 24 minuti che andrà in onda su Reteconomy Sky 512 e in streaming su www.ilsole24ore.com e limpresaonline.net.
Si percepiva, tra gli organizzatori, una sottile preoccupazione sull’efficacia di un format molto intenso, che doveva essere sperimentato per la prima volta, e che sarà riproposto in ogni appuntamento lungo la penisola. Buona la prima è stato il commento più gettonato. Una partenza vivace che ha conferito il giusto ritmo in attesa delle successive tappe del giro.
Rassegna stampa:
rassegna stampa 03/02/17 (a cura di KOSMìOS)
 Gli atti del Convegno:

Tags:

No comments yet.

Leave a Reply