Agriest 2016: agricoltura all’insegna della Sostenibilità

Presentata l’edizione 2016 di Agriest, che debutterà il 21 gennaio 2016 alla Fiera di Udine. “Sostenibilità” è una delle parole chiave dell’edizione di quest’anno ed il Focus scelto (Land) intende “presentare l’agricoltura sotto forma di progetti, piani, prospettive, strumenti, misure che mettono direttamente e necessariamente in relazione il settore primario con il territorio, l’ambiente, i cambiamenti climatici, l’alimentazione e il modo di vivere di tutti noi”.

Alla conferenza stampa, ospitata nella sede della Regione di Udine, sono intervenuti Cristiano Shaurli, assessore regionale alle risorse agricole e forestali, Luisa De Marco, presidente Udine e Gorizia Fiere, Serena Cutrano, autorità di gestione del Psr 2014-2020 della Regione, Paolo Stefanelli, Direttore Ersa Fvg, Francesco Marangon, professore in discipline economico ambientali del Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche dell’Università di Udine, nonché socio di Animaimpresa, e Lorenzo Kasperkovitz, vice direttore della Federazione Bcc del Fvg.

“Il programma convegnistico spazia dal nuovo Piano per lo Sviluppo Rurale PSR 2014-2020 al Business Plan per le aziende agricole e forestali; Piano Nazionale sull’uso dei fitofarmaci per un utilizzo sostenibile dei prodotti sanitari; nuove tecniche di miglioramento genetico per un’agricoltura sostenibile; economia dell’agricoltura biologica; cambiamento climatico e irrigazione in F.V.G.; analisi dei dati agrometereologici e gestione agronomica; gestione e conservazione della lepre in F.V.G.; apicoltura, biodiversità coltivata e naturale; selvicoltura naturalistica per capire come gestire una foresta con principi prossimi alla natura; fattorie didattiche e sociali e multifunzionalità dell’azienda agricola; piccole produzioni locali”.

Si ragionerà di sviluppo rurale sostenibile, attraverso dibattiti e tavoli tematici su questioni di assoluta attualità quali il ruolo dell’agricoltura nel garantire esternalità positive e la conservazione di specie ed ecosistemi, nonché dei meccanismi economici capaci di valorizzare un “flusso di servizi senza prezzo”, come i sistemi di Pagamento per Servizi Ecosistemici ed Ambientali (PES).

“In generale – ha riferito Shaurli – il tema della sostenibilità ambientale è trasversale a tutte le misure e sarà premiante anche in termini di punteggio per tutti i bandi”. “I temi di AgriestLand – ha proseguito Shaurli – sono sostanzialmente coincidenti con le Linee strategiche del PSR 2014-2020 del Friuli Venezia Giulia, strumento fondamentale per sostenere e rafforzare il settore primario della nostra regione. Un esempio è dato dal Bando relativo al biologico che ha fatto registrare un +150% di domande rispetto alla scorsa Programmazione e che rivela come anche il mondo dell’agricoltura si stia trasformando; credo – ha riferito – che nei prossimi anni ci sarà un’agricoltura caratterizzata in misura maggiore dal biologico e dalla qualità e trasparenza dei prodotti perché gli imprenditori agricoli stanno comprendendo che la riconoscibilità, la denominazione tipica dei prodotti non sono un lusso ma la richiesta del cittadino consumatore”.

 
Print Friendly, PDF & Email

Tags: , , ,

No comments yet.

Leave a Reply