Animaimpresa

Intervista a Cinzia Parente

Intervista di Veronica Balutto

La sostenibilità è il tema portante dell’intervista con Cinzia Parente, responsabile amministrativo di ATIS, azienda all’avanguardia con sede a Valvasone (provincia di Pordenone). L’azienda si occupa di fornitura di attrezzature professionali nella cucina, sia per la ristorazione tradizionale sia per quella collettiva, pubblica o privata. Al servizio di fornitura, Atis abbina anche progettazione e consulenza insieme ad un’organizzazione di vendita, sempre con grande professionalità.

Cinzia Parente ci racconta la “sua” Atis…

Qual è l’aspetto più sostenibile della vostra azienda?

Lavoro in Atis oramai da 20 anni: un lungo tempo che mi ha fatto conoscere a fondo un’azienda che mette al centro l’uomo. Prima la persona, poi il lavoratore. Atis è molto propositiva sotto diversi aspetti: focalizzando l’interesse sullo sviluppo sostenibile, l’aspetto maggiormente osservabile è la condizione sociale e la sua crescita, come pure il suo potenziamento. Anche gli obiettivi economici sono molto importanti per l’efficienza aziendale, in materia di crescita. L’ecologia, con una corretta gestione dei rifiuti e l’integrità eco sistemica, è un aspetto decisamente perseguito e ricercato.

Qual è il valore aggiunto che vi distingue sul mercato?

Versatilità: attitudine a volgersi in direzioni diverse, con riferimento alla disposizione dell’intelligenza a seguire vari studi od attività diverse.
Competenza: piena capacità di orientarsi in un determinato campo, con un’alta specializzazione.
E soprattutto – mi piace aggiungere – amore per il proprio lavoro.
Quanto è per voi importante l’apporto che i vostri collaboratori sanno dare, al di là delle loro specifiche mansioni, nell’ottica di una crescita aziendale?
Questo è un aspetto fondamentale al quale non si può rinunciare: i collaboratori e la loro competenza sono la forza dell’azienda, uno dei migliori biglietti da visita per presentare al cliente un prodotto vincente, sinergia di competenze.

Qual è la cucina professionale ideale secondo la vostra esperienza?

Più che la cucina professionale ideale, mi piace pensare che esistano esigenze professionali ideali. Il nostro principale obiettivo è proprio quello di suggerire al cliente / fruitore, grazie alla nostra esperienza, il proprio luogo ottimale per creare e lavorare, senza dimenticare la piena sicurezza e la libertà di azione nell’utilizzo dei vari attrezzi da cucina.
Qual è la mia cucina ideale? Sogno sempre un cuoco o una cuoca a disposizione che cucini per me piatti gustosi, all’insegna della cucina vegetariana, lontana dal microonde.

Quali sono le prospettive per il 2018 e quali obiettivi di Responsabilità Sociale vi date per il prossimo futuro?

Ho tre progetti in atto che inizieranno nel 2018, uno dei quali è importante e ci mette davvero in gioco, come una vera squadra, in casa ed in trasferta. Responsabilità impattante doppia!!!

Via libera quindi ai nuovi progetti Atis, sempre con grande responsabilità sostenibile!

Segui Animaimpresa

Iscriviti alla Newsletter

Clicca il link sottostante per iscriverti alla newsletter di Animaimpresa