Animaimpresa

La Regione FVG premia le azioni concrete sostenibili valorizza la sinergia dei fondi sul tema

A cura di patrizia Novajra

Sostenibilità su scala locale e globale.

Questo il tema dell’evento organizzato dalle Autorità di Gestione del PSR e del POR FESR 2014-2020 della Regione Friuli Venezia Giulia, il 27 novembre 2019, presso il palazzo della Regione a Udine.
L’incontro, aperto anche alle scuole, è stato moderato dal giornalista Nicola Angeli e si è articolato in due sessioni, con numerosi approfondimenti a cura di esperti, imprese, rappresentanti di enti pubblici intorno al tema portante della sostenibilità ambientale, economica e sociale. Dopo gli interventi introduttivi delle Autorità di Gestione del PSR e POR FESR 2014-2020 FVG, rispettivamente Karen Miniutti e Lino Vasinis, la relazione introduttiva è stata di Nicola Gasbarro, antropologo e docente dell’Università degli Studi di Udine, che ha sottolineato come un mondo dove il più ricco della popolazione detiene il 47% della ricchezza non sia socialmente sostenibile. Sono intervenuti poi Stefano Micheletti, direttore dell’Osmer-Arpa Osservatorio Meteorologico Regionale FVG, Donata Melaku Canu dell’Istituto di Oceanografia e Geofisica sperimentale di Trieste, Pierpaolo Zanchetta della Regione FVG, Marco Iob del Cevi, Centro di Volontariato Internazionale e Fabio Dandri dell’APE FVG (Agenzia per l’energia del FVG), descrivendo panorami non troppo ottimistici sulla situazione ambientale della nostra regione, sottolineando però l’esistenza di attività e di iniziative innovative e d’eccellenza per migliorarla.
La parola è poi passata al professor Francesco Rosa dell’Ateneo friulano, che ha sottolineato come il futuro dell’agricoltura sarà sempre più basato su tecnologie intelligenti, per ridurre al massimo gli sprechi; Anna Lombardi di Udine Design Week e Mudefri ha evidenziato poi come nel mondo del design oggi il tema del riciclo e del riuso dei materiali siano diventati assolutamente cruciali. Sono intervenuti poi Cinzia Fachin e Andrea De Colle di Animaimpresa, per spiegare l’importanza di fare rete nella promozione della sostenibilità nelle piccole e medie imprese.
Infine Diego Benvegnù, energy manager del Comune di Padova, ha raccontato come l’amministrazione patavina utilizzi da tempo un innovativo bilancio ambientale con indicatori misurabili, approvato dal consiglio in parallelo al bilancio economico e finanziario.
Nella seconda parte dell’evento, sono state esposte numerose case history aziendali e interessanti best practice anche nel settore pubblico: “La fabbrica intelligente” a cura di Massimo Agostini (Idea Prototipi); “La nascita del Distretto di Economia Solidale” a cura di Paola Fabello (Cooperativa Pan e farine dal Friûl di Mieç); “Economia circolare: il progetto REBORN” a cura di Nicola Masolini (Calzaturificio Masolini); “Il rispetto della natura nella produzione” a cura di Marino De Santa (Legnolandia); “Il risparmio energetico pubblico: nuovo ospedale di Pordenone”, illustrato da Loretta De Col, Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 5 per il Friuli Occidentale; “La sostenibilità scende in strada” a cura del Gruppo Y Revolution di Udine, gruppo di giovani che scende in piazza per raccogliere dei mozziconi di sigaretta, piccolo gesto che può favorire un cambiamento. E proprio a Y Revolution è stato conferito, a sorpresa, un voucher del valore di un migliaio di euro per l’acquisto di materiali, come premio ad una delle best practice territoriali nel campo delle azioni dal basso.

A conclusione, l’assessore Zilli ha espresso un plauso per la sinergia tra i fondi strutturali PSR e POR FESR 2014-2020 del FVG, sottolineandone l’efficacia del modello: “lavorando insieme le due Autorità di gestione permettono alle due direzioni e a tutti i partner di progetti europei di avere una visione complessiva sul tema della sostenibilità: per dare risposte a 360 gradi, occorre lavorare in squadra”.

Autrice: Patrizia Novajra, con il suo Studio Novajra, opera con successo per la comunicazione nel campo dell’impresa pubblica e privata nel settore culturale, dello spettacolo e per la nuova ruralità. Ha acquisito la sua esperienza e reputazione attraverso una rete di ottimi rapporti durante oltre vent’anni di attività con giornalisti e tecnici del settore della comunicazione. Lo Studio promuove e valorizza fiere, grandi mostre artistiche, culturali e scientifiche, spettacoli, circuiti teatrali, iniziative sociali, rurali e sanitarie, eventi di territorio, curandone gli aspetti organizzativi, di immagine, di allestimento e giornalistici. Dai grandi eventi e mostre ai convegni, ai congressi internazionali alle conferenze stampa lo studio opera in modo efficace conoscendo e agendo attraverso tutti i media per ogni tipologia di evento.

Print Friendly, PDF & Email

Iscriviti alla Newsletter

Clicca il link sottostante per iscriverti alla newsletter di Animaimpresa