Animaimpresa

A Udine, la prima tappa virtuale del Salone della CSR!

A Udine si sperimenta la prima tappa virtuale del Giro d’Italia della CSR, organizzata con Animaimpresa, l’Università di Udine e la Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile. Data l’impossibilità di organizzare un incontro reale, dettata dal tragico momento storico che stiamo vivendo, le voci della sostenibilità della nostra regione si sono incontrate in diretta streaming sulla Piattaforma Cisco Webex, per raccontare la propria esperienza a più di 350 persone, connesse per l’occasione!

I lavori sono stati aperti e condotti da Rossella Sobrero, del Gruppo promotore del Salone, che ha sottolineato come in un periodo di infodemia, in cui ci troviamo ad affrontare quotidianamente una quantità eccessiva di informazioni contraddittorie, sia ancora più importante farsi portavoce di notizie positive, reali ed ancorate al territorio.
La prof. Renata Kodilja, dopo aver portato i saluti del Rettore dell’Università degli Studi di Udine, ha sottolineato come in momenti di crisi le collaborazioni multistakeholder – focus del convegno – possano tradursi in un’inedita attenzione nelle organizzazioni, sia verso l’esterno, con  attività solidaristiche, sia verso l’interno, con un focus verso i propri collaboratori, che ora presentano nuovi bisogni e nuovi diritti. È da queste relazioni che è necessario ripartire.
L’intervento di Enrico Giovaninni, portavoce di ASviS- Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, ha ampliato la prospettiva sulla situazione dello Sviluppo Sostenibile, sottolineando come gli Obiettivi di Agenda 2030 dell’ONU possano e debbano divenire punti di forza su cui basare la strategia per il post-emergenza.

Si sono quindi alternate le testimonianze di organizzazioni del nostro territorio: Federica Maion di ABS Acciaierie Bertoli Safau (Pozzuolo del Friuli), Martina Ricetto di GreenMan – Gruppo Bioman (Manzano) e, da Gorizia, Benedetta Terraneo di Miko e Nicola Masolini, del Calzaturificio Masolini 1949, con il progetto Re-Born.
Binomio fil rouge di queste testimonianze è stato quello di Innovazione e Sostenibilità, da integrare all’interno della propria strategia di sviluppo, per poter rispondere alle sfide del futuro.

Gianlunca Pavan, della Coop. Sociale Futura di San Vito al Tagliamento ha  presentato il progetto di  educazione contro la violenza di Genere, Barbablu, realizzato con l’azienda di Trivignano Molino Moras, mentre Elena Tammaro, di Creaa – Innovazione Creativa, da Udine, ha testimoniato un progetto di arte in azienda sviluppato con M.E.P. Macchine Elettroniche Piegatrici, di Reana del Rojale.
Infine, è stata presentata un’azienda agricola a conduzione giovanile, La Sisile, fondata in Carnia dalla  studentessa universitaria Elena Sica e ispirata a un modello di economia circolare.

Con il saluto finale ad opera del prof. Francesco Marangon, dell’Università di Udine si è conclusa questa esperienza, con la consapevolezza di quanto sia più che mai necessario ripensare radicalmente il nostro modo di lavorare e di vivere, modificando paradigmi, innovando modalità, obiettivi e – soprattutto – relazioni.

Andrà tutto bene

 

 

Un ringraziamento speciale a Rossella Sobrero ed alla sua squadra per l’ottimo lavoro svolto, oltre che a Luca Lepore della piattaforma Cisco Webex per l’assistenza.

Le slide dei relatori
Federica Maion_ABS
Gianluca Pavan_Coop Futura
Martina Ricetto_Greenman
Benedetta Terraneo_Miko

Video
Creative Bump_Creaa

Print Friendly, PDF & Email

Iscriviti alla Newsletter

Clicca il link sottostante per iscriverti alla newsletter di Animaimpresa