Animaimpresa

Nasce la community dei Visionari

Articolo a cura di Filippo Causero, #Evolution, Numero 7 – aprile 2020

Girando l’Italia per lavoro ho avuto la fortuna di incontrare delle persone fantastiche. Persone che lavorano attivamente per migliorare le organizzazioni, per un mondo del lavoro sostenibile e incentrato sul benessere degli stakeholders. Se queste persone fossero unite, si conoscessero, avrebbero un potenziale importante da esprimere per trasformare l’Italia. Con questa idea in mente ho cercato il modo di unirle ma non sapendo come mettere insieme persone provenienti da regioni lontane, ho deciso di creare intanto un primo gruppo di visionari a Udine. Ci siamo incontrati per la prima volta nella primavera del 2018.

Il gruppo dei Visionari è diventato presto una comunità con lo scopo di sviluppare insieme la visione sistemica. Gli incontri di questi due anni sono stati dinamici, nel senso che chiunque del gruppo poteva organizzare un evento od un corso per gli altri. Così abbiamo imparato e applicato la Teoria U su di noi, il Gestalt Coaching, l’organizzazione Teal, l’analisi delle forme della natura e abbiamo definito i punti chiave del nostro gruppo grazie al community Canvas.

Da questa comunità è nato anche il primo corso della regione Friuli Venezia Giulia sulle Teal Organizations, completamente finanziato con fondi pubblici e tenuto da 4 professori visionari. Al corso hanno partecipato 20 persone che poi si sono aggiunte anche loro alla comunità.
L’anno scorso ho partecipato ad un corso online della Co-evolve University, guidato da George Por, in cui ho imparato a costruire una comunità internazionale. Uno dei principi era il “working out loud”, una metodologia di lavoro nuova e sinceramente un po’ rischiosa. In pratica se vuoi portare avanti un progetto, prima di definirlo nel dettaglio parlane con il mondo e il mondo ti risponderà… Ho deciso quindi di scrivere un post pubblico su Linkedin chiedendo al mondo chi mi volesse aiutare a creare una serie di eventi sull’evoluzione del capitalismo. Volevo far conoscere all’Italia intera le aziende che stanno già lavorando oltre il sistema socio-economico attuale. Volevo far conoscere le aziende Teal, organizzazioni in cui non esiste una gerarchia, in cui la separazione tra la classe dei capitalisti proprietari e quella dei lavoratori si assottiglia molto. Volevo far conoscere le aziende “steward ownership” (non sono cooperative) in cui crolla completamente la separazione tra le due classi, ovvero aziende di proprietà delle persone che ci lavorano.

Il post ha avuto un successo inaspettato: 7000 visualizzazioni e 40 persone che mi hanno scritto di voler dare una mano. Queste persone le ho inserite in una chat di LinkedIn e abbiamo cominciato a vederci online una volta a settimana. Insieme abbiamo creato una serie di eventi chiamata Evolutionary Leadership. Dovevano essere degli eventi fisici fatti in contemporanea in diverse città, ma a causa della emergenza attuale li abbiamo trasformati in eventi online.
Il primo evento l’abbiamo tenuto il 12 marzo sulle Organizzazioni Teal e ha avuto un successo importante, 150 partecipanti online, tutti quanti su Zoom. Durante l’evento ho intervistato Francesco Mondora, Co-CEO dell’azienda di software Mondora, una delle organizzazioni Teal più interessanti d’Italia. Francesco ci ha raccontato di come hanno adottato i principi dello scopo evolutivo, della pienezza e dell’auto-organizzazione all’interno della sua azienda.
In parallelo agli eventi abbiamo creato una community online dove riunire tutte le persone interessate all’evoluzione della società, delle organizzazioni e degli individui. Attualmente siamo in 200 membri. All’interno della community scriviamo articoli, post, interviste su temi quali i nuovi modelli organizzativi, l’economia del bene comune, lo sviluppo della consapevolezza individuale, e anche le nostre storie personali.

Lo scopo è coltivare la consapevolezza, la passione e la responsabilità per una evoluzione interdipendente di individui, organizzazioni, società e ambiente. Il gruppo dei co-organizzatori degli eventi e della community di People Revolution ha deciso da poco di sperimentare al nostro interno Sociocracy, ovvero un sistema organizzativo in cui le decisioni vengono prese con il metodo dell’assenso. Un metodo interessante perché comprende le obiezioni e reazioni di tutti, per poi prendere delle decisioni giuste abbastanza da farci procedere. Un modo nuovo di eliminare le polarità e procedere insieme verso un percorso evolutivo. Attualmente stiamo organizzando i prossimi eventi online – il più recente è stato sulle Società Benefit. I successivi probabilmente saranno sulla Teoria U di Otto Sharmer, sugli obiettivi di Sviluppo Sostenibile, sullo sviluppo della consapevolezza e poi chissà, tutti quelli che verranno proposti dai volontari nella community.

La community è aperta e chiunque può accedere e partecipare anche nel team degli organizzatori. Se hai piacere di darci una mano o solo dare un’occhiata vai su: https://community.peoplerev.com/

Ti aspettiamo.


L’autore – Filippo Causero, fondatore e CEO di Foxwin, è un Ingegnere della Produzione Industriale con un Master in Business Administration. E’ appassionato di tecnologia e nuovi modelli organizzativi. Ha fondato una delle prime organizzazioni Teal d’Italia, un’azienda senza gerarchia e con uno scopo evolutivo. Foxwin vuole aiutare le persone ad autorealizzarsi sul lavoro e vuole aiutare le imprese a sviluppare un’etica sociale e ambientale.

Print Friendly, PDF & Email

Iscriviti alla Newsletter

Clicca il link sottostante per iscriverti alla newsletter di Animaimpresa