Animaimpresa

Percorso Sicurezza – Intervista a Paolo Grossa

Da qualche settimana possiamo contare nel nostro network Percorso Sicurezza, una realtà con sede a Sagrado (GO) che si occupa di fornire consulenza alle aziende in ambito di sicurezza, puntando su approcci innovativi. Abbiamo intervistato l’Amministratore Unico Paolo Grossa.

1. Percorso Sicurezza: com’è nata e di cosa si occupa?

Percorso Sicurezza nasce ufficialmente il 19.12.2017, integrando professionalità con oltre 20 anni di esperienza sul campo, con l’intento di rafforzare un’idea di Paolo Grossa che, già dal 2013, raggruppava una decina di aziende manifatturiere con l’intento di condividere esigenze ed esperienze in materia di salute e sicurezza sul lavoro, risparmiando tempo, economizzando le attività e con la certezza dello svolgimento delle attività anche formative/addestrative. Percorso Sicurezza è la prima ed unica società di settore in Italia ad aver costituito un vero e proprio Network di collaborazione e condivisione di attività consulenziali e formative in materia di Salute/Sicurezza/Ambiente con la stretta partecipazione delle Aziende. Un rapporto fondato su 2 valori principali: la fiducia e la trasparenza.

2. Formazione oltre agli obblighi di legge: quanto le aziende ne percepiscono l’importanza?

Sono passati più di 28 anni dal D.Lgs. 626/94 e più di 14 dal D.Lgs. 81/08, i più recenti principali disposti legislativi in tema salute e sicurezza, e le aziende hanno ben compreso l’importanza della formazione ed addestramento. L’analisi infortunistica generale ci dice che l’87-90% degli eventi lesivi avvengono per cause “comportamentali”. Non vi è dubbio, quindi, che investire in maniera intelligente, mirata e focalizzata possa essere il metodo efficace per ridurre questa percentuale e, quindi, il numero complessivo di eventi. Assieme alle aziende, in cui svolgiamo l’incarico di RSPP, o consulenza continuativa, adottiamo strumenti e metodi lavorativi che valorizzano la formazione e le varie attività tecniche in forma manageriale riuscendo, non solo nell’intento principale di ridurre gli accadimenti lesivi, ma anche di poter oculatamente farlo in maniera economicamente conveniente per l’azienda ottenendo, per esempio, la riduzione del premio assicurativo INAIL o usufrendo di bandi su progetti avviati. La miglioria delle performance aziendali nonché di un clima interno ne sono una conseguenza diretta. Bisogna dire, però, che si tratta generalmente di progetti a medio-lungo termine proprio perché si tratta di modificare la cultura di approccio al modo di lavorare e, molte volte, all’abitudinarietà a certi comportamenti. Anche per questo, nel 2022, inaugureremo la nuova Safety Training Academy presso la sede della consociata Friuli Antincendi a Codroipo. Uno spazio unico di circa 700 mq coperti e 1000 mq scoperti che darà modo di testare qualsiasi ambientazione lavorativa in cui esistano rischi specifici particolari dagli spazi confinati di vario genere, alle attività in quota, all’uso di attrezzature (carrelli, PLE, accessori di sollevamento, ecc.), alle esperienze di primo soccorso, alla gestione di attività antincendio con simulatori di ultima generazione per rendere sempre più realistiche le attività e farle diventare esperienze addestrative oltre, quindi, i nostri già specifici percorsi formativi.

3. Impegno Sociale: vi sono iniziative particolari di cui volete parlarci?

Dalla fondazione della Società siamo fortemente impegnati sul territorio per portare, a nostro modo, il valore della sicurezza sul lavoro (e non) all’attenzione di tutti i nostri interlocutori. Con il progetto La Sicurezza va a canestro siamo Main Sponsor e membri del direttivo della Nuova Basket Isonzo nel campionato di serie D maschile di basket. Inoltre, dal 2021, abbiamo contribuito a fondare Carpe Diem Baskin, la prima squadra di baskin della provincia di Gorizia dove, attraverso lo sport, annulliamo completamente le differenze fisiche trasformandole in caratteristiche di gioco: il baskin è l’unico sport davvero inclusivo. Sosteniamo e sponsorizziamo il TOD Anywave Junior Team, un gruppo di giovani velisti nelle regate che si svolgono ogni anno nel golfo di Trieste. Siamo stabilmente partner dell’ITIS G. Galilei di Gorizia nella formazione sicurezza dei ragazzi per prepararli alle esperienze di alternanza scuola-lavoro e post studi scolastici. Nel 2021 abbiamo lanciato l’iniziativa Vicini al cuore delle aziende contribuendo a distribuire in aziende del nostro Network e non, oltre che in alcune scuole, il DAE (defibrillatore semiautomatico esterno). In un anno siamo riusciti a consegnarne ben 26. Sviluppiamo attraverso diverse discipline sportive il valore della salute e sicurezza coinvolgendo le nuove generazioni che non consideriamo il futuro, ma il più prezioso presente. Contribuiamo a rafforzare le loro passioni ed a considerare la loro integrità come il bene più prezioso. L’obiettivo è allargare questa consapevolezza ai loro amici, genitori, parenti ed a più persone possibili. Percorso Sicurezza si è impegnata molto nel gestire alcuni aspetti di sicurezza alla Staffetta Telethon 1×24 di Udine 2019 oltre che a sviluppare l’unica maratona Telethon in presenza del 2021 a Cormòns, in cui abbiamo coinvolto anche alcune aziende del Network.

4. Quanto è importante diffondere una cultura della sicurezza nelle nuove generazioni? Come si può fare?

Incidere sulla cultura della sicurezza non è importante, è fondamentale! Educare la persona alla sicurezza è la sfida più impegnativa con cui ci confrontiamo quotidianamente. Dal 2018 lavoriamo con alcuni istituti della provincia di Gorizia per avviare l’approccio all’educazione alla sicurezza già sui banchi di scuola portando ai ragazzi esperienze, consigli ed insegnamenti su ciò che sono le aziende, e su quanto la loro salute e sicurezza sia un valore inestimabile su cui non accettare compromessi. Ma questi sforzi non bastano perché le nuove generazioni, poi, incontrano le generazioni “esperte” contaminate da abitudini, molto spesso, non corrette. Diventa indispensabile essere empatici per poter attrarre a questi argomenti, spesso visti ancora con distacco e pesantezza. Anche la nostra categoria deve imparare a farlo in maniera diversa, cogliendo i reali interessi di chi ci ascolta. Lavorare con strumenti e metodi innovativi, confrontarsi direttamente sui posti di lavoro, far sentire l’interlocutore il protagonista delle proprie azioni e non colui che “subisce” volontà altrui, anche tramite l’utilizzo di infografiche, attività di microformazione, “giochi di ruolo”, interazione con lavoratori di altre aziende, diventa funzionale anche per Preposti, Dirigenti e Datori Lavoro.

5. Quanto è importante fare rete per la diffusione della cultura della sicurezza sul lavoro?

Un individuo, così come un’azienda, può migliorare la propria cultura – compreso quella della salute e sicurezza – può decidere di farlo in autogestione e raggiungere buoni risultati. Farlo in rete assieme ad altri, come con il nostro Network, accelera la velocità di raggiungimento dell’obiettivo a cui si vuole tendere.

Lavorare assieme è diventato non solo possibile, ma necessario e conveniente. La centralità della conoscenza per mantenere la propria competitività è oggi determinante per ogni tipo di organizzazione. L’accelerazione dei cambiamenti nei sistemi produttivi e commerciali pone chi si occupa di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di fronte sfida di apprendere ed interpretare in maniera innovativa e strutturata le nuove conoscenze in ambito metodologico e operativo. È tale necessità a rendere sempre più necessari i momenti di confronto fra professionisti e Aziende. La salute e sicurezza è un tema trasversale e comune a tutte le aziende, quindi condividere esperienze è già motivo di vantaggio. Il nostro Network parte dal progettare direttamente assieme alle Aziende le attività consulenziali e formative definendo attività periodi di esecuzione, realtà coinvolte. In questo ed altri modi le Aziende hanno modo di contenere gli sforzi economici non perché applichiamo degli sconti sulle nostre attività, ma proprio perché si lavora in Network si ripartiscono gli apporti e le idee; l’avvio delle nostre attività formative calendarizzate è CERTO senza annullamenti. Più siamo più il Network funziona. Non è un caso, quindi, che i nostri migliori sponsor non sono i nostri tecnici e formatori, ma le professionalità che lavorano in azienda. E non lo diciamo tanto per dire. Sul nostro sito, per esempio, alla sezione “Dicono di Noi” ci sono più di 30 video-testimonianze che raccontano, per motivi diversi i vantaggi pratici di lavorare assieme al Network di Percorso Sicurezza. Molti di loro hanno dato il loro apporto anche al nostro ultimo Bilancio Sociale. Ed anche su questo siamo gli unici, nel settore, ad avere questo genere di approccio.

6. Perché ritenete importante far parte di un network di imprese responsabili, come Animaimpresa?

La Responsabilità di Impresa fa parte del nostro modo di lavorare. La nostra azienda è di fatto un Network, pertanto far parte di Animaimpresa diventa un percorso naturale di sviluppo, crescita e condivisione. Crediamo che il miglior modo per far capire agli altri quanto sia importante una tematica sia averlo provato prima di loro. Ecco che, credendo fortemente nei progetti di sostenibilità, confidiamo da un lato il poterci confrontare con altre realtà già aderenti ad Animaimprese sviluppando nuove idee di crescita collettiva e, dall’altro, coinvolgere le aziende del nostro Network a prendervene parte.

 

Approfondisci su percorsosicurezza.com

Print Friendly, PDF & Email
0 Condivisioni

Prossimi eventi

  1. Animaimpresa a ECOCASA

    Settembre 9 @ 8:00 - Settembre 11 @ 17:00
  2. FESTIVAL Non Siamo Atlantide: alla ricerca della sostenibilità perduta

    Settembre 23 @ 8:00 - Settembre 25 @ 18:00

I nostri partner

Iscriviti alla Newsletter

Clicca il link sottostante per iscriverti alla newsletter di Animaimpresa

Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Clicca il link sottostante per iscriverti alla newsletter di Animaimpresa