Animaimpresa

Micra srl – Intervista a Amos Pupin

Da qualche settimana abbiamo il piacere di contare nel nostro network Micra srl, realtà che dal 1991 opera sul territorio isontino. Di seguito l’intervista al CEO dell’azienda, Amos Pupin.

Ci descrive brevemente Micra?

Micra è specializzata nella produzione di particolari meccanici su commessa.
Abbiamo notato che il criterio premiante delle nostre attività risiede nella capacità di ascoltare attentamente tutti gli stakeholder, dai clienti ai collaboratori, per comprenderne le esigenze a tutto tondo. Questo approccio ha fatto sì che, nel tempo, nascessero relazioni di fiducia con i nostri clienti, i quali ci considerano veri e propri partner nel loro percorso di crescita aziendale – una crescita non solo economica, ma legata anche al benessere organizzativo. In Micra, infatti, promuoviamo un contesto lavorativo sano, di qualità e ben organizzato, in cui tutti i collaboratori siano contenti di trascorrere gran parte del loro tempo.

Questo ambiente di lavoro positivo, che ci impegniamo a mantenere tutti i giorni, ha riscontri positivi che si riflettono anche all’esterno: vediamo che sempre più giovani si avvicinano a Micra perché attratti da una realtà che crede che la serenità sia una condizione fondamentale affinché si generi un rendimento duraturo e sostenibile nel tempo.

Qual è il vostro approccio alla formazione?

Il valore che attribuiamo alla formazione è notevolmente mutato nel tempo.
Da un approccio tradizionale siamo passati a un approccio che mette la persona e le sue aspettative al centro. Per me è impagabile leggere la soddisfazione negli occhi dei ragazzi che hanno deciso di intraprendere un percorso formativo da noi – e con noi – e vedere che alla fine vogliono rimanere in azienda per continuare a crescere professionalmente.
Il percorso di formazione che offriamo è molto pratico: vogliamo che i ragazzi possano applicare le conoscenze apprese durante gli anni di studio in un reparto aziendale compatibile con le loro aspettative di crescita professionale. Quando accogliamo stage o alternanze scuola-lavoro, gli studenti vengono inseriti in un piano di formazione ad hoc, teso innanzitutto a individuare quali siano i loro talenti e interessi. I ragazzi hanno poi la possibilità di vivere ogni reparto aziendale, in modo da avere un’idea chiara di quella che è la realtà di Micra, in tutte le sue aree e comprendere come orientare il loro percorso di crescita, personale e professionale. È una grandissima soddisfazione per me quando i ragazzi raggiungono i loro obiettivi formativi con entusiasmo.

Dal 1991 siete presenti sul territorio goriziano. In che modo coltivate le relazioni con la comunità?

Credo molto nel concetto di “restituzione” al territorio.
Oltre al dialogo costante con le scuole, supportiamo da tempo l’associazione Solidea, di Romans d’Isonzo, che si occupa di trasportare persone non autosufficienti verso le strutture sanitarie per effettuare interventi, controlli o terapie. Insieme ad altre aziende del territorio, abbiamo contribuito all’acquisto di un furgone per le loro attività, di cui curiamo anche la manutenzione.
Inoltre, sosteniamo l’associazione Progetti del Cuore, simile a Solidea come finalità, e due realtà che offrono rispettivamente sostegno psicologico ed economico agli imprenditori in difficoltà, INSS e OSA.

Tra i vostri valori compare quello del benessere organizzativo. Quanto è importante promuovere uno stile di vita sano, anche attraverso l’attività sportiva, tra i collaboratori?

I benefici dello sport non riguardano solo il nostro fisico, ma anche la vita quotidiana, le relazioni, la mente. Ho iniziato a fare sport nel 2009, durante un periodo complicato, ed è stato lì che ho compreso quanto benessere possa apportare, nella vita quotidiana quanto in quella professionale.
Lo sport, insieme alla capacità di fare squadra per degli obiettivi, stimola la creatività e genera nuove idee: è per questo che in azienda cerco di promuoverlo il più possibile, con diverse modalità, dalla sponsorizzazione di realtà del territorio alla partecipazione ad eventi sportivi. È in quest’ottica che ogni anno partecipiamo a Telethon, staffetta che ci permette di fare squadra per un’iniziativa di grande valore sociale.

Perché ritenete importante far parte di una squadra di imprese responsabili, come Animaimpresa?

Spesso siamo troppo occupati dalla quotidianità e non diamo tempo alle cose importanti. Far parte di Animaimpresa permette, ogni tanto, di distogliersi dal “fare” per riflettere e contribuire in termini di idee ad un mondo che ha bisogno della sensibilità delle persone. Nei momenti in cui si sta bene, bisogna dedicarsi agli altri, sperando che, nei periodi brutti, vi sia qualcuno che fa lo stesso.

Fare squadra con le altre aziende, così da sensibilizzarci a vicenda: questo è ciò che ci ha spinto ad aderire ad Animaimpresa.

Print Friendly, PDF & Email
0 Condivisioni

Prossimi eventi

  1. CSR Talk

    Dicembre 2 @ 15:30 - 18:00

I nostri partner

Iscriviti alla Newsletter

Clicca il link sottostante per iscriverti alla newsletter di Animaimpresa

Iscrivi alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Clicca il link sottostante per iscriverti alla newsletter di Animaimpresa